Cavalcanti canta gli effetti della trasporto amorosa, tema ripetuto della sua frutto poetica.

La sciagura che si scatena nell’animo del cantore alla panorama della donna amata attraverso taglio della potenza distruttiva dell’amore.

SCRITTO

Voi perche per li occhi mi passaste ’l core e destaste la ingegno cosicche dormia, guardate verso l’angosciosa persona mia, che sospirando la distrugge bene.

Voi (Voi – la collaboratrice familiare amata – apostrofe ) che di traverso (a causa di) gli (li) occhi mi avete angosciato (passaste – metonimia ) il coraggio e avete svegliato (destaste) la mente in quanto dormiva, guardate la mia energia angosciosa, affinche bene (affetto – rappresentazione ) distrugge mediante sospiri.

E’ ven buono di si gran competenza, che’ deboletti spiriti van inizio: riman aspetto sol en segnoria e canto alquanta, giacche parla dispiacere.

Egli (E’ – sta attraverso ei e si riferisce al affettuosita) arriva (ven) ferendo (scontrino) insieme percio abile vivacita (valore) affinche il mio insicuro respiro vivace (deboletti spiriti – si riferisce ai sensi e ai moti dell’animo) vengono minore (van inizio – allitterazione ): rimane solo il mio aspetto esteriore (aspetto – il compagnia, l’involucro aspetto), durante potere (en segnoria) [dell’amore], e un po’ di voce (voce alquanta) affinche esprime (parla) patimento.

[Questa vertu d’amor giacche m’ha sciolto da’ vostr’ occhi gentil’ presta si mosse: un strale mi gitto interiormente dal fianco.,

Questa forza/valore (vertu – metonimia ) amorosa perche mi ha annientato (m’ha disfatto) e quantita (si mosse) rapido (presta) dai vostri occhi nobili (gentil’): una lancetta (saetta – metafora ) mi ha buttato (mi gitto) nel (intimamente dal) lato.

Assenso giunse impettito ’l malore al antecedente strappo, perche l’anima tremando si riscosse veggendo distrutto ’l cor nel aspetto manco.

[ Il botta mi raggiunse (giunse) cosi (tanto) centrato (eretto) al iniziale prova (passato segno), che la intelligenza (intelligenza – sineddoche ) tremando si sveglio (si riscosse) vedendo (veggendo) il coraggio stremato nel direzione disgrazia (aspetto nemmeno).

Ricerca del documento della versi

La arte poetica si basa sul parere della centralita della spettacolo nel suscitare il parere d’amore, in quanto i poeti stilnovisti hanno mutuato dai siciliani (vedi Jacopo da Lentini): l’Amore di sbieco lo occhiata colpisce il cuore dell’uomo appena una indicatore cosicche raggiunge il adatto segno.

Ripartizione dei versi:

  • La prima quartina evidenzia da subito l’effetto scioccante provocato nel coraggio dall’arrivo di Amore;
  • Nella seconda quartina affetto viene rappresentato modo un fiero perche sbaragliato il avverso lo lascia svuotato di forza modesto a pura foggia visibile (maniera la scultura di ottone di Guinizzelli ai versi 12/14 della versi “Lo vostro bel convenevole e gentil sguardo”). I deboletti spiritiricorrono pieno nei testi di Cavalcante e rappresentano veri e propri enti che sono https://datingranking.net/it/abdlmatch-review/ nell’organismo e sono addetti alle idoneita vitali dell’uomo con base al timore peripatetico;
  • Segue mediante la prima terzina la metafora bellica del saetta affinche ferisce il aedo;
  • Alla fine mediante la quarta terzina la lirica si chiude mediante la ricco immagine dell’anima stangata affinche osserva il animo trapassato alla propria mano sinistra.

La figura del so to e muoversi, i paio ultimi versi difatti riprendono i due versi iniziali: l’anima … si riscosse (v.13) corrisponde per destaste la pensiero (v.2) e morto’l cor (v.14) verso passaste ‘l core (v.1).

Il catastrofe della sofferenza d’amore si traduce mediante una metaforica avvenimento scenica di contesa sopra cui affettuosita colpisce i sensi dell’innamorato distruggendone le facolta. L’anima intesa mezzo anima raziocinante, e conseguentemente sinonimo di intelligenza (vedi la sineddoche al v.13 in cui durante ossatura si intende la mente, alla che razza di viene attribuita l’azione di reagire, risvegliarsi), e stangata nel vedere il animo, vale a dire la porzione sensitiva, morto, demolito.

Written by